Le Piramidi di terra di Perca, nella frazione di Plata, sono sulla nostra wish list da tempo ormai ed è finalmente giunto il momento di andare a scoprirle. Ci troviamo in Val Pusteria, non lontano da Brunico (sbirciate un po’ qui) e sappiamo solo che, assieme alle Piramidi di terra di Renon, sono delle vere e proprie formazioni naturali uniche, fatte di terra, che mai ci si aspetterebbe di trovare in un bosco di montagna. Ecco allora un’altra avventura in Alto Adige, in compagnia di un piccolo amico.

Piramidi di Terra a Perca particolare

Alla ricerca delle Piramidi di Terra di Perca

Siamo venuti a conoscenza delle Piramidi di Terra quasi per caso, leggendo su Internet, ma le informazioni e le fotografie non erano molte. Complice una giornata nuvolosa, ci mettiamo in auto con tutta l’intenzione di andare a Plata, nella frazione del paese di Perca, per metterci alla ricerca delle sue piramidi nascoste.

La strada per raggiungere questa località è davvero facile e soprattutto può essere percorsa in qualsiasi periodo dell’anno. Non mancano le segnaletiche per le Piramidi di terra e anche quelle per i parcheggi. Noi arriviamo proprio al parcheggio più vicino all’inizio del sentiero, accanto all’Hotel Schöblick, nostro punto di riferimento per la partenza. Da qui parte infatti una piacevole passeggiata di circa 45 minuti, adatta veramente a tutti.

Il sentiero verso le piramidi

Siamo solo noi e siamo contenti di questo: le Piramidi di terra di Perca non sono infatti (ancora) così conosciute e nemmeno noi sappiamo esattamente cosa troveremo, ma la curiosità ormai è tanta. Sopra di noi abbiamo un cielo enigmatico: il sole che sembra voler fare capolino, illuminando la valle sotto di noi, ma soltanto a sprazzi. Dominano ancora tutti i colori autunnali, nonostante sia inizio Dicembre.

Camminiamo lungo il sentiero 16A e superiamo le ultime fattorie in mezzo a grandi prati in leggera salita, il sentiero si trasforma in una strada asfaltata e, poi ancora, in un bel bosco. Il paesaggio è sorprendente, le piramidi non si vedono ancora. Dobbiamo ancora pazientare e continuare a camminare.

La nostra piccola guida turistica a Perca

Non appena ci mettiamo in cammino, troviamo un simpaticissimo micio che decide di seguirci e di accompagnarci lungo tutto il percorso che porta alle Piramidi di Terra. Una guida tutta per noi! Dopo un po’ di coccole, ci mettiamo di nuovo a camminare ma lui, imperterrito, mantiene il nostro stesso passo. Non vogliamo che si perda, ma forse è proprio lui che ha paura di perdere noi!

Lui abita lì e come ogni brava guida turistica che si rispetti, segue i nostri passi e ci aspetta anche quando ci fermiamo ad ammirare il paesaggio che ci circonda. Ci lasciamo alle spalle la valle e il paese di Perca per addentrarci sempre di più verso la montagna. Regna il silenzio, disturbato solo dai passi del nostro cammino. Il gatto ci osserva e con qualche miaooo non ci perde mai di vista.

Piramidi di Terra a Perca bosco sculture legno

Tempo. Non sprecare il tuo tempo

Il Micio delle Piramidi ci ha condotto dritti dritti all’inizio di questo bellissimo parco naturale. All’entrata troviamo grandi sculture di legno che invitano ad entrare in un fitto bosco. Le sculture ci invitano a riflettere sulla parola Tempo. Eh già, il tempo. Quanto vale il nostro tempo? In un mondo che corre sempre così veloce, ai ritmi di una vita piena di lavoro e connessioni virtuali, quanto è ancora prezioso il nostro tempo?

Siamo appena arrivati davanti alle Piramidi. Facciamo fatica a comprenderle all’inizio. Dopo lo stupore, ci chiediamo come si siano formate e come abbiamo fatto a conservarsi fino ad oggi. Sono rimaste intatte, lontano dal rumore e grazie al passare del tempo. Molto tempo. E oggi eccoci qui, con il nostro tempo, ad osservarle e cercare di conoscerle. Un altro miaooo e siamo completamente catturati dal paesaggio straordinario davanti a noi. Non sprecate il vostro tempo, prendetevi anche voi un momento di tranquillità, in questo la montagna in questo è maestra. E questo luogo è capace di infondere tanta tranquillità. Il tempo sembra essersi fermato.

Tempo Piramidi di terra a Perca Val Pusteria

Ma le Piramidi non sono in Egitto?

Sì, ma si trovano anche in Alto Adige e, analogalmente, hanno tantissimi anni. Le Piramidi terra di Perca si trovano ad un’altitudine compresa tra i 1550 e i 1750 metri. Ma come si sono formate? Il sentiero che andava dal maso Thaler ad Aschbach venne interrotto da una frana causata da un forte temporale. Nessuno si occupò di rifare il sentiero e nel 1882, in seguito ad un altro temporale, si formò una grande zona di erosione. La pioggia trascinò il materiale della montagna ed il suo terreno argilloso a valle. Il risultato fu una formazione unica nel suo genere, composta da varie cime e colonne color ocra, tutte diverse tra loro.

Il percorso di visita scende nel bosco e permette di ammirare tutto il gruppo delle Piramidi di terra, da cima a valle. Percorriamo anche noi la scalinata di legno in discesa, per poter ammirare questo monumento naturale più da vicino. Ancora oggi le Piramidi di terra di Perca cambiano continuamente nella loro forma. Nuove formazioni si fanno largo tra quelle già esistenti con il susseguirsi della stagione fredda in inverno e calda d’estate. Un gioco che la natura continua a portare avanti, in un angolo di montagna dove è bello perdersi a cercare la formazione che più piace.

E per chi se lo stesse chiendendo, abbiamo indagato: le colonne sono alte fino a trenta metri e quasi tutte hanno al loro vertice un sasso rotondo, apparentemente in bilico. Senza il sasso probabilmente alcune di loro crollerebbero, perché la pietra protegge la colonna. Realizziamo in un attimo che una bellezza così ben conservata è anche così fragile.

foto Piramidi di terra a Perca

Cade la neve sulle Piramidi di terra di Perca

Piccoli fiocchi di neve iniziano a scendere dal cielo, il nostro amico peloso cerca riparo sotto una pianta ed è tempo per noi di salutarci. Purtroppo ha deciso di non seguirci più e rimane solo a godersi il suo parco con le piramidi di terra. Inizia a nevicare sempre più forte e allora non ci resta che fare ritorno. Ma c’è sempre tempo per tutto. Ci piacerebbe tornare a vederle quando la neve è già caduta, magari con le ciaspole.

Non lontano da qui è anche possibile fare una merenda o un pranzo presso il Café Piramidi, ma per questa volta noi proseguiamo e scendiamo verso un’altra meta.

Ciao gatto Cheope, ti abbiamo rinominato simpaticamente così! Torneremo a trovarti, è una promessa.

Silvia e Andrea

Lascia un commento