Di recente abbiamo scoperto un profumo che più di altri è intenso e apporta un sacco di benefici, al corpo e all’anima: stiamo parlando del profumo del pino cembro, detto anche più comunemente cirmolo. Avete presente il profumo intenso di legno, quasi pungente, che si respira mentre si cammina in un bosco di montagna? Forse è uno dei primi profumi che impariamo ad amare fin da piccoli.

Un profumo primordiale, capace di immergerci completamente nella natura. Si avverte in ogni ambiente in cui è presente il legno e le sue note ci fanno avvertire una sensazione di benessere. Inoltre le diverse resine aromatiche contenute negli alberi, specie nelle conifere come i pini e gli abeti, sono sostanze “nobili” che evocano il mistero e il sacro. E quelle del cirmolo sono davvero speciali.

Olio di cirmolo e oggetti in legno di cirmolo a San Candido

Cos’è il cirmolo

Noi abbiamo conosciuto il cirmolo sotto forma di liquore. Ci fu offerto per la primissima volta dal Sig. Helmut a Eores, in una delle nostre primissime vacanze in Alto Adige (questo il nostro racconto, nel caso ve lo foste persi!). Un liquido di colore rosso, ma lo si trova anche in altre sfumature più chiare. Da allora non nascondiamo che lo gustiamo volentieri dopo cena, quando siamo da queste parti ma anche a casa. Il gusto al palato è deciso, particolare e assolutamente consigliato. È ricavato dalle pigne del pino cembro e di questa pianta abbiamo scoperto che sono usati moltissimo anche i pinoli. Fondamentali per un buonissimo Strudel!

Il cirmolo è sempre stato utilizzato per la costruzione di mobili o per i rivestimenti delle stube. Molti hotel offrono camere interamente arredate in legno di cirmolo, perché i letti e le culle favoriscono il relax, il sonno e quindi un buon riposo. Il suo olio essenziale è ampiamente utilizzato nel mondo wellness per i massaggi, nei diffusori e nelle saune. Oggi è davvero disponibile in molte sue forme e decorazioni originali, ma anche giocattoli e taglieri. Si tratta quindi di un legno estremamente versatile e malleabile. E poi profuma davvero di bosco!

Il pino cembro, la regina delle Alpi

Assieme al pino mugo – un altro albero molto diffuso in tutto il Trentino Alto Adige – è una pianta che cresce ad alta quota, raggiungendo anche i 2.000 metri. Il pino cembro è molto resistente alle temperature gelide (addirittura fino a -40° gradi) e può vivere fino a 1.000 anni. Una conifera affascinante, anche se non troppa bella esteticamente. Inoltre non viene quasi mai utilizzato come legna da ardere, in quanto se bruciato emana un odore tropo forte.

Eppure il legno di questa pianta è ricco di proprietà: contiene infatti la Vitamina C, l’olio essenziale preziosissimo e la resina vegetale chiamata trementina. Da quando abbiamo scoperto l’olio essenziale di cirmolo non ne possiamo fare più a meno! Leggero, tenero e facile da lavorare da centinaia di anni è parte integrante dell’artigianato delle Dolomiti.

Un profumo che coccola l’anima

Non solo un legno bello e facile da lavorare, ma ricco di questo profumo così prezioso. Abbiamo scoperto infatti che uno studio scientifico condotto dall’Università di Graz nel 2005 ha dimostrato come l’olio essenziale di pino cembro favorisca sì il relax e il sonno, e che è in grado di rallentare il battito cardiaco e quindi si ha una buona circolazione sanguigna. Ma non è tutto: le sue note sono in grado di stimolare anche la mente, la concentrazione e la pazienza. Non male! Per noi la cosa più bella è potersi portare il profumo di bosco e tutte le proprietà benefiche a casa. Qui sotto trovate le principali proprietà e alcuni usi dell’olio essenziale. Ce ne sono molti e ogni giorno ne scopriamo alcuni nuovi!

Proprietà ed uso del cirmolo

La nostra casa profumata al cirmolo

In occasione dell’ultimo Natale ci siamo regalati un piccolo cuscino dallo stile montano che ha al suo interno trucioli di cirmolo (lo si trova da Tessitura Gaidra): profumato e delicato al tempo stesso. Siamo invece stati a Dobbiaco di recente e, proprio in centro, abbiamo scoperto il carinissimo negozio 3 Mountains, dove abbiamo trovato un’originale scatoletta in legno di cirmolo, anch’essa straripante di trucioli. Lo abbiamo posizionato nella nostra stanza da letto, sprigiona davvero un profumo naturale. È diventata la nostra scatola della buonanotte! Per intensificare l’effetto, bisogna versare qualche goccia di olio essenziale di cirmolo, ma senza esagerare. Non ce n’è bisogno. Sempre a Dobbiaco abbiamo acquistato anche una bellissima ciotola di legno al negozio Sapelza: elegante nel suo intaglio e perfetta per il nostro salotto e il relax serale.

cirmolo trucioli cuscino olio essenziale

Consigliamo l’olio essenziale di Pino cembro bio e tutti gli altri olii essenziali a marca Bergila, sono strepitosi e assolutamente sicuri. L’olio essenziale di cirmolo lo trovate facilmente online anche sotto altri marchi e sono il nome proprio di Pino cembro o con le descrizioni in tedesco di Zirbelöl o Zirbelkieferöl. Fondamentale è che sia 100% puro. Provate a mettere qualche goccia nel brucia essenze o nel vostro diffusore, oppure qualche goccia nella vasca da bagno. L’aroma non vi stancherà, basta dosare l’olio in piccole quantità. La sensazione di benessere è vera e noi possiamo confermarlo.

Una pioggia di trucioli profumati

Non ci vogliamo fermare qui nel nostro voler profumare casa con il cirmolo. Vorremmo infatti provare a dormire su un guanciale ai trucioli, magari quelli offerti da HalloPillow. E sono proprio i trucioli quelli che cercavamo per creare una sorta di potpourri a casa. Venduti in sacchetti anche su internet, ma per noi è stata quasi una sorpresa trovarli finalmente a San Candido, all’interno dello storico negozio Wachtler: uno dei più bei negozi mai visti qui in Alto Adige. I trucioli sono rigorosamente piallati a mano.

trucioli di cirmolo piallati a mano

E a proposito di trucioli di cirmolo… ecco a voi il Sig. Fritz, dalla Val Sarentino, che ci presenta il suo lavoro quotidiano nella sua tornitura:

Noi siamo inebriati dal cirmolo e dal benessere che ci regala. E se in inverno sentite freddo e non avete voglia di uscire, portate in casa anche voi un po’ di profumo di bosco!

A nuove scoperte ed emozioni,

Silvia e Andrea

Lascia un commento