Una scoperta recente per noi: l’ultimo paese della meravigliosa Val Passiria si chiama Plan – Pfelders in tedesco – ed è una vera e propria “perla alpina”. Una località che merita di essere visitata, sia in inverno che d’estate.

Ciò che serve è solo un weekend libero: con un paio di giornate, infatti, è possibile fare più attività, come raggiungere il Grünboden (ecco il nostro racconto), o godersi una camminata fino al maso Lazins (qui la nostra bellissima esperienza).

Plan Pfelders Val Passiria

Plan è un paese speciale

Sì, perché Plan si trova in un contesto montano unico, che riempie gli occhi di bellezza ovunque si guardi. A circa un’ora di macchina da Merano, Plan si trova proprio in cima alla Val Passiria. Per raggiungerla si attraversano un po’ tutti i paesi della valle: Tirolo, e poi più su, a San Leonardo e Moso.

A 1.627 metri di altezza, immerso nel bellissimo Parco naturale Gruppo di Tessa e circondato da altissime cime innevate, Plan ha fatto una scelta semplice, ma molto importante: “niente auto, niente stress e tanta natura!“. Ed è proprio così: le auto non possono circolare a Plan, solo gli abitanti hanno il permesso. Avete capito bene!

Noi guidiamo tranquilli lungo la strada e arriviamo senza problemi al nostro albergo. Parcheggiamo la macchina e non la toccheremo più fino al momento di tornare a casa. A Plan ci si sposta a piedi, in estate anche in bici. Il trasporto pubblico è efficiente e capillare. Una scelta responsabile, che non abbiamo trovato (ancora) da nessun’altra parte.

Emozione… senza auto! La mobilità dolce a Plan

L’ampio parcheggio che si trova all’inizio del paese è comodo e offre spazio per tutti. I vacanzieri e gli sciatori stessi raggiungono le strutture alberghiere e le piste da sci con un minibus o a bordo di un simpatico trenino su gomma.

E’ un qualcosa di prezioso, un modello da prendere come esempio e che inizia a essere condivisa anche in altre località alpine. La mobilità dolce a Plan è ormai un dato di fatto, una scelta consapevole a tutela dell’ambiente e una nuova esperienza per coloro che decidono di trascorrere qui una vacanza green. Eco-sostenibilità, in un luogo dove è possibile muoversi a piedi o con i mezzi pubblici a basso inquinamento.

Vacanza senza macchina a Plan

Tutte le informazioni sulle “Alpine Pearls” 

Si va a piedi… direttamente dal nostro hotel

Noi abbiamo preso alla lettera l’intenzione di essere completamente car-free questo weekend e decidiamo di percorrere la distanza dal nostro albergo fino al centro di Plan. Si tratta di tre soli chilometri.

È sabato mattina e non c’è ancora in giro. Il sole non illumina ancora la valle e il freddo si fa sentire. Eppure è così piacevole sgranchire le gambe, perché il percorso è quasi sempre in piano. In questa piccola distanza camminiamo accanto ad una pista da sci di fondo, ma anche a una pista di discesa professionale per slittini. Siamo curiosi di arrivare al paese, da lì proseguiremo per altre escursioni e altre scoperte.

Il nostro albergo a Plan

Andrea ha scoperto il Gasthof Innerhütt un po’ per caso, cercando su Google Maps un hotel possibilmente lontano dai centri abitati o dai luoghi più turistici. È una scelta che facciamo spesso, perché ci dà la possibilità di trovare angoli di Alto Adige in zone paesaggistiche mozzafiato.

Il Gasthof Innerhütt non fa eccezione: situato in una zona molto tranquilla, invoglia a trascorrere qui qualche giorno di relax. Subito fuori dall’albergo parte una bellissima pista da sci di fondo, che viene illuminata anche di sera al giovedì. Un applauso inoltre va a Julia per l’ottima cucina, dovete sapere che ci ha viziato con piatti genuini e creativi.

Gasthof Innerhütt

Disconnessi dal mondo quotidiano

Plan sembra fuori dal mondo, ma qui non manca proprio nulla. Arriviamo a piedi e intravediamo i tetti delle case dall’alto: tutto è illuminato dal sole, tutto è coperto ancora dalla neve. Un paesino perfetto, dove le piste da sci si raggiungono in pochi minuti e dove è bello godersi il panorama dall’alto. Divertimento e relax, con la possibilità di fare tutti i tipi di sport. Le strutture alberghiere non sono troppo grandi, sono giuste in questo contesto. Nessun caos, solo il vociare dei bambini che si divertono come matti sulle piste da sci, ma che non danno assolutamente fastidio. Gioia pura nella natura! Ci facciamo scattare una bella foto.

piste da sci Plan Pfelders

noi a Plan Pfelders

Una perla nella perla: la località Zeppichl

Di ritorno dalla nostra passeggiata fino al maso Lazins, decidiamo di passare dalla frazione di Zeppichl. Poche case, un paio di alberghi che fanno anche da ristorante. Ci sono alcune fattorie e una produzione di formaggi con il negozietto dove acquistarli. Si tratta del Caseificio di Montagna Plan – Pfelders, che produce formaggi tipici alle erbe, ma anche burro e yogurt fatti con il latte buono di montagna.

Nient’altro, ed è già bellissimo così. Sembra strano entusiasmarsi per luoghi come questi, luoghi sperduti in cui trovare solo l’essenziale. È vero… non siamo matti. Sono luoghi che esistono ancora e ancora si arricchiscono della loro incredibile tradizione.

Zeppichl frazione Plan Pfelders

Zeppichl Plan

Ammirare un cielo stellato in Val Passiria

Andrea è sicuramente il più coraggioso dei due: quello che si alza per primo la mattina e che non teme mai il freddo. Nemmeno le sere d’inverno, quando si sta così bene accoccolati in una calda Stube. Eppure è più forte di lui: armato di macchina fotografica, berretto e guanti, è l’unico che osa mettere ancora il naso fuori.

È completamente buio, le uniche luci sono quelle dell’albergo Innerhütt, che riescono a illuminare solo pochissima neve. Accende la luce frontale che ha piazzato sulla testa, fa qualche passo e posiziona il treppiede. Si sprofonda fino al ginocchio, ma anche questo è parte del suo divertimento! Inizia a scattare e finalmente ecco l’emozione che può dare di un cielo completamente stellato a 1.600 metri di altezza! Stelle grosse come pietre, anzi, come enormi perle. Riesce a scorgere persino qualche stella cadente.

Fa davvero molto freddo, un freddo secco che, nel giro di mezz’ora, fa gelare le mani. È il momento di rientrare, anche se qui tutto tace, tutto è silenzio… assordante.

cielo stellato Plan

Arrivederci Plan

Facciamo un giro a Plan anche la domenica, prima di tornare a casa. Su una vecchia stalla tutta di legno leggiamo “nell’anno dell’acqua, l’acqua è vita“. La fontanella è ghiacciata, ma la primavera è ormai alle porte anche in Val Passiria. Un bidone del latte campeggia in mezzo alla strada, il lavoro in montagna non si ferma mai. Arrivederci Plan! Grazie per averci fatto scoprire i tuoi luoghi più caratteristici.

Plan fontana acqua

E a presto anche con voi!

Silvia e Andrea

*** Il prossimo weekend saremo nella bellissima Val Gardena! Continuate a seguirci! ***

Lascia un commento