No, non siamo diventati due animali notturni! Ma non possiamo non raccontarvi del nostro recente weekend a Selva di Val Gardena, dove abbiamo riempito la macchina fotografica di luce e colori. Un’emozione che vogliamo condividere con voi, quella di catturare bellissime sfumature sulle cime dolomitiche in vari momenti della giornata. I colori più intensi? Al tramonto e all’alba. Ma anche di notte il cielo ci ha fatto un super regalo.

Selva di Val Gardena Gruppo Sella

Prima di partire per un breve viaggio

Quante cose si possono dimenticare! Eppure abbiamo organizzato il nostro weekend in Val Gardena quasi due mesi prima. Selva – Wolkenstein ci era sembrata la località perfetta per scoprire di più di questa valle e un paio di giorni era ciò di cui avevamo bisogno. Eravamo già stati in questa valle ma solo di passaggio, ma giusto per una piccola visita a Ortisei. Questa volta volevamo fare qualche passeggiata in quota, non sapendo però quanta neve avremmo trovato.

Dopo le solite corse contro il tempo per riuscire a partire di venerdì nel primo pomeriggio, ci mettiamo in macchina. Siamo un po’ nervosi per la mattinata frenetica al lavoro, ma pronti a lasciarci alle spalle una settimana fatta di mille impegni e stanchezza. Un solo obiettivo davanti a noi: le montagne gardenesi e la prima brezza calda di primavera.

Verso Selva di Val Gardena

Dopo il leggero traffico sull’A4 e sulla Brennero, usciamo a Bolzano Nord e proseguiamo per Castelrotto, ma lo attraversiamo soltanto. Viene voglia di fermarsi qui, di nuovo, dopo la nostra mini-luna di miele di solo sei mesi fa  in Alpe di Siusi. E invece continuiamo su dolci curve ancora innevate e poi giù, in discesa, e siamo a Ortisei. È già tardo pomeriggio e il cielo è completamente terso e azzurro.

Ci fermiamo a fare spesa al supermercato Despar in centro a Selva di Val Gardena, perché per la prima volta abbiamo deciso di prenotare un piccolo appartamento anziché una camera in un albergo. Sapevamo infatti di arrivare un po’ tardi e non volevamo essere vincolati dagli orari. In tutto l’Alto Adige – Südtirol infatti si cena molto presto!

C’è un problema però: la signora che ci accoglie alla struttura prenotata ci fa presente che non aspettava più nessuno per quella sera e che ora non c’è posto per noi. Siamo increduli, non può essere! Vado subito alla ricerca dell’email di conferma, sono sicura di aver prenotato, eppure… trovo l’errore. Avevamo prenotato per il weekend successivo! Non ci possiamo credere… ma è possibile essere così storditi?!

Si accendono le prime luci e noi, quassù, a quota 1.680 metri, frazione Daunei, non sappiamo se tornare a casa o se cercare di fretta o furia un’altra sistemazione. Siamo delusi da noi stessi, perché i giorni più belli sono proprio quelli che riusciamo a rubare dalla vita di tutti giorni. Quelli che riusciamo a trascorrere tra queste splendide montagne.

luci tramonto Selva

Un piccolo maso in Val Gardena

È solo venerdì sera, il weekend è ancora lungo e lunedì… è lontanissimo. Sarebbe un peccato non rimanere a Selva e la fortuna vuole darci una mano. Poco distante dalla struttura che avevamo scelto troviamo una piccola casa con annessa fattoria. Si tratta del maso Plotschhof, struttura del Gallo Rosso che gode anch’essa di una magnifica vista su Selva e su tutte le montagne attorno: dal Gruppo del Sella gli occhi si perdono a guardare i profili del Sasso Lungo e del Sasso Piatto. In fondo a destra non può mancare lui: l’inconfondibile Massiccio dello Sciliar.

Un piccolo maso che però accoglie due stralunati come noi, stanchi e pure affamati. Se attendiamo un’oretta avremo un appartamento tutto per noi. E ha pure un bel balcone! Andrea non aspettava altro: impugna la sua macchina fotografica, piazza il treppiede e inizia a scattare. Gioia pura, il weekend è salvo e noi siamo contenti come due bambini.

 

Il tramonto di fuoco sulle Dolomiti di Selva

Tutto il Gruppo del Sella che domina dall’alto Selva di Val Gardena si colora di arancione, in netto contrasto con il blu del cielo. Eccole le Dolomiti infuocate! Tante sfumature di arancione che variano poi sul rosa, in uno spettacolo sopra i tetti delle case, da gustarsi in santa pace.

Il tramonto è lento e dolce, e il tramonto sulle Dolomiti è magia più bella che ci sia. Un fenomeno che sembra quasi surreale: è l’Enrosadira, parola ladina che significa letteralmente “diventare di colore rosa”. Le cime si tingono delle tonalità più calde, per poi virare dolcemente su quelle più fredde. Siamo molto fortunati ad assistere a questa magia già a fine marzo, quando le giornate non sono ancora così lunghe. Le montagne “pallide” riflettono la luce e restituiscono un paesaggio mozzafiato.

Enrosadira Val Gardena

Gruppo del Sella rosa

Il cielo stellato sopra Selva di Val Gardena

Spätzle, Speck, formaggio e una fetta di salame di cervo… la nostra cena questa sera è molto gustosa. Siamo intenti a mangiare e finalmente iniziamo a rilassarci, tanto che non notiamo subito un bagliore fuori dalla finestra. Una palla quasi perfettamente rotonda e così chiara. La luna illumina ogni cosa e tutta quanta Selva, mentre i profili delle montagne circostanti la adornano a festa. Uno scenario notturno e un binomio tra natura e civiltà, ma anche armonia.

Non ce lo aspettavamo, dopo un tramonto così intenso ecco un cielo meraviglioso costellato di stelle. Il paesaggio davanti a noi è una cartolina che non smettiamo di ammirare. Andrea continua a scattare le sue fotografie anche dopo cena, mentre io resto accoccolata in cucina, con la sedia piazzata davanti alla grande finestra che dà sul balcone. Tutto fuori è incantevole.

notte Selva di Val Gardena

E l’alba romantica del mattino dopo

Il sonno è troppo forte e mi giro dall’altra parte, ma Andrea è già in piedi e pronto a uscire a fotografare. Mando un accenno di saluto e mi rimetto a dormire. Fuori è il crepuscolo e non fa nemmeno così freddo, mi racconterà poi. Io posso solo immaginare, attraverso le sue parole e, poi ancora, guardando questi meravigliosi scatti.

L’alba compare in punta di piedi come un’elegantissima signora vestita di rosa e malva. I colori si scaldano man mano che il sole lancia i suoi lunghi raggi sulle Dolomiti. Andrea è in compagnia di tantissimi gatti che fanno capolino e guardano incuriositi l’unico matto in circolazione di prima mattina.

È sicuramente il momento più bello della giornata: c’è la consapevolezza che l’alba porta sempre a un nuovo giorno e a nuove possibilità. Come quella di gustarsi una tazza di latte fresco appena munto alla fattoria del maso. E questo nuovo giorno ha il sapore genuino di montagna. Il rosa lascia il posto ad un nuovo azzurro intenso e il sole si alza sopra Selva.

alba rosa Val Gardena

Sole Selva di Val Gardena

Possono le emozioni essere colorate? Decisamente sì. E ciò che scatenano dentro di noi sono sensazioni uniche.

Continuate a seguirci, vi porteremo con noi in alta quota!

Silvia e Andrea

Lascia un commento