Ci sono emozioni che non si posso raccontare. Altre, di cui vale la pena parlare. L’emozione di fotografare il più bel tramonto mai visto prima, per esempio. È un’emozione che Andrea vuole assolutamente immortalare. È un fantastico tramonto dalla vetta del Monte Pez, a pochi minuti dal Rifugio Bolzano.

Dopo una splendida giornata e la fatica provata per arrivare quassù, eccoci pronti per un grande momento. Finalmente felici di aver esaudito il desiderio di scalare il Massiccio dello Sciliar. E questa volta non abbiamo il pensiero della discesa. Ci troviamo ancora al Rifugio Bolzano ed è qui che passeremo la notte. Sì, in un rifugio! Ma è ancora presto per andare a dormire. Fuori è quasi giunta l’ora per il sole di prepararsi ed essere il protagonista assoluto. Tra pochi istanti darà il meglio di sé, con la sua luce e i suoi colori. Tra pochi istanti si compierà una vera magia.

Le luci del tramonto sul Catinaccio da Rifugio Bolzano

Il tramonto dal Monte Pez

Nel pomeriggio siamo già stati alla croce del Monte Pez, sulla punta più alta dello Sciliar, a soli pochi passi dal Rifugio Bolzano. Ma il cielo è ancora chiaro e sarebbe un peccato non tornare ancora lassù. Dalla vetta il tramonto sarà ancora più suggestivo. Ci siamo voluti fermare apposta, e allora prendiamo una felpa e ci incamminiamo. Non siamo gli unici, il tramonto alla croce richiama a sé anche altre persone ospiti del rifugio, anche i bimbi più piccoli, che iniziano a seguirci. Il tramonto ci richiama a sé, come una calamita, in un’attesa condivisa.

Forse decidiamo di salire un po’ troppo presto, ma d’altronde stasera non c’è niente di più bello da fare. Abbiamo voglia di vedere il tramonto sopra il Rifugio Bolzano, ma serve una buona dose di pazienza. Arrivati alla croce, il cielo è ancora azzurro, ma tutte le montagne attorno a noi iniziano a tingersi dei colori più caldi che ci siano.

Tramonto sul Sasso Lungo e Sasso Piatto

Emozione Südtirol tramonto croce Pez

La luce del tramonto sopra il Rifugio Bolzano

Una luce chiara e aranciata, capace di accendere tutte le cime che troviamo sul versante che guarda verso il Trentino, il Sasso Lungo, il Sasso Piatto e tutto il Gruppo del Catinaccio. E noi non smettiamo di scrutare proprio questo grande gruppo di montagne, tanto diverse tra di loro ma tutte così vicine. Sembra quasi che ci stiamo guardando a vicenda da lontano!

Alle nostre spalle il sole sta per tramontare e la sua luce meravigliosa illumina ogni cosa. La croce del Monte Pez è al centro di due mondi ed è il nostro punto di riferimento in questa serata a 2.563 metri d’altezza. Andrea continua a scattare da una parte e dall’altra, non sta mai fermo. Sembra uno stambecco! Quando meno me lo aspetto poi si ferma e resta per infiniti secondi con l’occhio incollato sul suo obiettivo. Io preferisco godermi il tramonto in poltronissima, su queste grandi rocce.

Tramonto sopra il Rifugio Bolzano

È un vero lusso essere davanti a queste Signore Montagne e con un tempo così bello. Alcune leggerissime velature compaiono ora sulle cime più alte del Catinaccio e donano ancora più suggestione. Siamo follemente innamorati di queste strepitose cime al tramonto.

L’Enrosadira colora le cime del Catinaccio

Eccolo il fenomeno più famoso e conosciuto che accende le vette chiare delle Dolomiti: è l’Enrosadira e questa sera non può certo mancare. Entra in scena in punta di piedi e ora non ammette intervalli durante il suo spettacolo. L’aspettavamo emozionati. Come in un bellissimo sogno, dove i colori si fanno così vividi da sembrare veri, e lo sembrano ancora al risveglio. Tutta l’intensità del tramonto lascia posto alla dolcezza del rosa, del lilla e del viola più delicato. Lo scenario è semplicemente unico: le cime del Gruppo del Catinaccio si arrossano timidamente, quelle più in alto rimangono ancora a lungo colorate, in basso invece si fanno man mano più scure.

Enrosadira al tramonto sul Catinaccio Rifugio Bolzano

Enrosadira colora le cime al tramonto

Il silenzio della montagna

Chissà perché il tramonto rappresenta per tutti noi un momento molto romantico. È vero, lo è. Un tramonto è il momento perfetto da vivere insieme. Seduti vicini, per stringersi in un caldo abbraccio. I tramonti più belli li ricordo sempre al mare, ma da quando viviamo così appieno l’Alto Adige, è scattato dentro di noi il bisogno di ammirare questo miracolo della natura in montagna, sulle Dolomiti. Un bisogno di fotografia per Andrea, un momento di silenzio, tutto per me.

Questo tramonto è un momento di grande silenzio dopo una giornata ricca di tante cose. Un momento di solitudine e di dialogo interiore. Poche altre volte siamo così silenziosi in montagna… solo forse quando siamo impegnati in una bella e faticosa salita. In montagna si ride e si scherza sempre, è così anche per noi. Ma in altri momenti è bello fermarsi ad ascoltare le montagne, fermarsi e guardare gli spazi infiniti. Ed eccoci di nuovo qui a fare esattamente questo: seduti sopra questo bellissimo monte, ognuno con i propri pensieri. Non c’è molto spazio per la malinconia questa sera… dentro di me svolazzano solo pensieri leggeri. E come non si fa ad essere felici? 

Tramonto del sole al Rifugio Bolzano

La solitudine della croce del Monte Pez

La notte sta per arrivare e, anche se i telefoni hanno sempre la connessione, sembra di essere un po’ fuori dal mondo. Ho quasi un brivido, anzi due. Il sole è ormai calato, la temperatura anche. L’aria che respiriamo è più pesante e sotto la mia felpa ho la pelle d’oca. Siamo ancora davanti a questa semplice croce, qui da tanti anni. Ormai siamo rimasti solo noi e lei. La salutiamo e la ringraziamo per essere stata il nostro punto di riferimento. Per le fotografie scattate questa sera, per i pensieri positivi di questa giornata. La solitudine, in montagna, non fa mai paura.

La Croce del Monte Pez al tramonto

Saluto alla croce del Monte Pez, Sciliar

Il momento del riposo al Rifugio Bolzano

Emozioni, fotografie, gioia, ancora un po’ di adrenalina addosso. Non è mancato nulla oggi. E con un sorriso complice sul viso di chi ha vissuto questo bellissimo tramonto rosa, facciamo ritorno al Rifugio Bolzano, la casa del Sig. Sciliar. E dopo tanto silenzio alla croce, è quasi arrivato il momento del riposo. Una giornata intensa non può che concludersi con una bella dormita, e per di più al fresco! Quello che tanto desideriamo quando siamo lontani dalle montagne.

Rifugio Bolzano al tramonto

La notte stellata dopo il tramonto al Rifugio Bolzano

Chi dorme in un rifugio di montagna sa che bisogna andare a letto piuttosto presto, perché la mattina dopo ci si alza prestissimo. Anche al Rifugio Bolzano è così, ma forse siamo ancora in tempo a bere qualcosa in compagnia. I bambini che hanno corso nei prati qui vicino oggi iniziano a sbadigliare, per la gioia dei loro genitori. Lentamente ci avviamo tutti nelle nostre camerette di legno e ci auguriamo la Buonanotte. Ma Andrea no, non è ancora stanco. Dopo un fantastico tramonto è arrivato per lui il momento di coprirsi per bene e… andare a caccia di stelle nel cielo più buio che ci sia.

notte stellata in vetta al Massiccio dello Sciliar

Cielo carico di stelle al Rifugio Bolzano Schlernhaus

Sito ufficiale del Rifugio Bolzano – Schlernhaus

Invitiamo tutti voi a trascorrere una serata e una notte presso un rifugio di montagna, ne vale la pena!

Silvia e Andrea

Con questo articolo ho partecipato al concorso #unblogalmese del mese di Luglio 2019 indetto dal blog Trippando e abbiamo vinto!!!

 

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Ottimo articolo ben scritto e ricco di informazioni! Grandi ragazzi, siete un punto di riferimento per questi luoghi da sogno 😊 continuate cosi!

    1. Grazie mille Eleonora, ci fa molto piacere e ci ricarichi di tanta motivazione! Ne approfitto per venire a sbirciare anche io il tuo blog, così traggo ispirazione per qualche viaggio al di fuori dell’Alto Adige! A presto!

Lascia un commento