L’autunno in Alto Adige è la stagione più ricca che ci sia. I frutti della terra sono maturati durante l’estate e sono pronti per essere raccolti. L’autunno in Alto Adige si veste dei colori più caldi: il giallo, l’arancione, il rosso, fino al colore più prezioso: l’oro.

Per noi l’autunno è davvero il momento più bello dell’anno, perché il meteo regala giornate ancora incredibilmente piacevoli. In una bella giornata autunnale è facile trovare il cielo terso e l’aria limpidissima. Il freddo è alle porte, è vero, ma non per questo bisogna rinunciare alle passeggiate in montagna. Anzi, questo è decisamente il periodo migliore per venire in vacanza in Alto Adige.

scorcio delle Odle in autunno

Le vallate sudtirolesi s’accendono di passione in autunno. Non a caso Andrea e io volevamo sposarci a fine settembre, per poter dipingere il nostro giorno più bello con i colori vivi della Val di Funes. Perché l’autunno in Alto Adige sa regalare un’esplosione di colori e sapori nuovi, che scaldano il cuore. Assieme a tanti eventi capaci di richiamarci ancora una volta qui, per una piccola fuga emozionante.

La raccolta delle mele in Alto Adige

Autunno significa tempo di raccolta in Alto Adige. La raccolta del fieno, dei frutti, dell’uva e naturalmente delle mele. Non tutti sanno però che la raccolta delle mele inizia già a metà agosto, quando circa 7.000 melicoltori sudtirolesi s’impegnano nella raccolta delle diverse specie di mele fino alla fine di ottobre.

La mela rappresenta il frutto simbolo del Trentino Alto Adige e noi ci sentiamo davvero in vacanza in questa regione soltanto quando notiamo i numerosi meleti lungo la strada. Io ne sono innamorata e per me è il frutto più buono che ci sia. Quello della mia infanzia, quello delle mie pause rinfrescanti, soprattutto quando cammino in montagna.

raccolta mele Alto Adige

Ci piace sottolineare che non manca il sigillo di qualità Mela Alto Adige IGP e naturalmente tutta la cura e l’attenzione di chi raccoglie questo frutto con amore.

Inoltre a Naz-Sciavez c’è la Settimana della Mela, il cui culmine è la vera e propria Festa della Mela. Quest’anno cadrà il 13 ottobre, segnatevelo in agenda. Quale occasione migliore per gustare questo frutto in tutte le sue declinazioni culinarie e non?

Un’esperienza suggestiva è quella di passeggiare tra i meleti in compagnia di un melicoltore, che farà da guida spiegando il proprio lavoro e tutti le fasi della raccolta.

Le visite guidate attraverso i meleti dell’Alto Adige

La degustazione del vino novello e delle castagne: il Törggelen

Törggelen? Avete letto bene. In tanti ne avete sentito parlare, ma non tutti sapete cos’è. E purtroppo dobbiamo ammetterlo, nemmeno noi lo abbiamo (ancora) sperimentato di persona. Ma non è troppo tardi! Dovete sapere che si tratta di un’antica usanza radicata nel cuore dell’Alto Adige e, nello specifico, in Val Isarco. Il Törggelen è il modo migliore per godersi l’autunno in Alto Adige, all’insegna del gusto e della tradizione.

Andare a passeggiare lungo facili sentieri, possibilmente in compagnia, per poi fermarsi e rifocillarsi con del buon cibo. Questo è il Törggelen. Il termine deriva da torculum, e si riferisce all’attrezzatura utilizzata per pressare l’uva dopo la vendemmia.

Törggelen in Alto Adige

Le osterie dei contadini, ma anche i masi storici con mescita – chiamati rispettivamente Buschenschrank e Hofschrank offrono una piacevole sosta a chi intraprende una camminata in mezzo alla natura illuminata d’autunno. Una sosta che accontenta sia la pancia, che lo spirito e che anima l’atmosfera di questa stagione. Le caldarroste e il vino nuovo sono proposti con le pietanze tipiche altoatesine: immancabili sono lo speck, lo Schüttelbrot e i salamini affumicati, vale a dire i buonissimi Kaminwurzen.

Potete fare Törggelen da ottobre fino all’inizio dell’Avvento e c’è anche un tour d’eccellenza che attraversa boschi di castagne e vigneti estesi. Quale occasione migliore per fare una piccola vacanza autunnale? Nella meravigliosa Alpe di Siusi, scoprite il sentiero dei masi di Aica di Fiè.

I colori del foliage d’autunno in Alto Adige

Colori caldi, che ricordano il fuoco, ma anche i metalli preziosi. L’autunno va in scena in Alto Adige tra le piante dei boschi e lungo i pendii delle montagne. Il risultato è strepitoso! Come può un fenomeno naturale suscitare in me nuove emozioni ogni anno?

Basta concedersi una giornata da trascorrere all’aria aperta e ricaricarsi con i colori infiniti del foliage. Noi lo abbiamo sperimentato in Val di Funes, ma a nostro avviso ogni valle si presta ad essere esplorata e fotografata in autunno. Ma anche le città altoatesine, dove i viali alberati si spogliano pian piano. I colori danno il meglio di sé.

foliage boschi colorati Alto Adige

Se il tempo è mite, siete fortunati, perché avrete ancora la sensazione di vivere ancora l’estate. Diversamente, se il cielo è grigio e la temperatura è più umida, copritevi bene e andate lo stesso. L’atmosfera attorno a voi sarà ancora più evocativa.

La natura che ha lavorato senza sosta nei mesi precedenti all’autunno, si prepara finalmente ad un meritato riposo. Ed è uno stato a cui dovremmo prepararci anche noi. Ma non temete! Da qui in poi basta vivere la montagna in un altro modo, con un altro atteggiamento. E per la neve bisogna aspettare.

Val di Funes in autunno

Gli eventi imperdibili dell’autunno in Alto Adige

I nuovi frutti del lavoro e le tradizioni più antiche tornano a vivere ancora una volta. E diventano l’occasione migliore per fare festa e affrontare con un sorriso la nuova stagione. E per chi è triste al pensiero che l’estate sia ormai lontana, non resta che ritrovare un po’ di spensieratezza estiva anche in autunno. Tanti sono gli eventi in programma in ogni valle e ce n’è davvero per tutti i gusti.

La transumanza: il ritorno del bestiame in valle

Un lungo e festoso corteo fa ritorno dagli alpeggi altoatesini. L’Almbetrieb è la transumanza del bestiame, mucche e capre principalmente, che scendono di nuovo in valle con l’arrivo dei primi freddi. Le mucche sono protagoniste indiscusse e per il loro ritorno sono premiate ed adornate con un bel campanaccio al collo e ghirlande fatte di rami e fiori: tutti segni e simboli di buon auspicio. Il corteo è accompagnato dalla musica delle bande locali, dalle danze allegre degli Schuplattler e da gioiosi spettacoli folcloristici.

Vogliamo segnalarvi due eventi in particolare, ma se curiosate online troverete tante altre manifestazioni legate alla transumanza in Alto Adige.

Transumanza nella Val Senales

Settimane dell’Agnello in Val d’Ultimo

Le golosità del territorio

L’autunno è tempo di coccole e di delizie per il palato. Oltre al Törggelen, abbiamo due manifestazioni autunnali da segnalarvi. Si va ancora una volta in Val Isarco e, in particolare, a Bressanone. Il primo weekend di Ottobre si svolge il Mercato del Pane e Strudel in piazza a Bressanone.

Lo stesso weekend c’è anche l’evento principe della Val di Funes, quello che tutti aspettano. Si tratta della Festa dello Speck! La festa più importante che celebra lo Speck e che fa incontrare i produttori locali con i buongustai come noi.

Io e Andrea prenderemo parte ad entrambe le manifestazioni e non vediamo l’ora di raccontarvi tutto in diretta. Chi di voi sarà presente? Fatecelo sapere! Festeggeremo l’autunno insieme.

Strudel Alto Adige

Vi invitiamo a tenere sempre sotto controllo la nostra pagina Facebook per scoprire tanti altri eventi, feste e manifestazioni in tutto l’Alto Adige.

Buon autunno a tutti voi.

Silvia e Andrea

Questo articolo ha un commento

  1. purtroppo no, ma immagino già come sarà bello! buon weekend 🙂

Lascia un commento