Una luna piena e tante stelle luminose non le avevo mai viste così da vicino. O meglio, di lune romantiche e stelle grandi come diamanti ho tanti ricordi in Alto Adige. E fotografie di Andrea, che ogni volta prova ad immortalarle, anche. Ma trovarsi sul cucuzzolo di una montagna, rischiarati dalla luna e dalla neve candida che riflette la sua luce, beh, è una nuova storia, tutta da raccontare. Sì, perché questa volta cammineremo con la luna piena a Reinswald, in Val Sarentino.

Mi aspetto un’atmosfera romantica e un po’ misteriosa. Chissà cosa ha in serbo per noi la luna.

Una serata di luna piena a Reinswald Val Sarentino

Una passeggiata in montagna, con la luna piena

Il programma è semplice: una salita in cabinovia dal paese di San Martino, Reinswald in tedesco. E poi una discesa in notturna, a piedi o in slittino e in compagnia di una luce dolce e struggente. Tra me e me, penso che non ci sia nulla di più poetico da vivere in montagna.

In realtà temo il freddo più di ogni altra cosa. Senza il sole a scaldarci le ossa, ho paura di congelare in questa notte di febbraio. Siamo in pieno inverno e c’è tanta neve, cammineremo sotto lo zero. Basta coprirsi bene? Sì, avete ragione, ed è quello che facciamo: doppio strato di pantaloni, maglie e una giacca anti-vento nello zaino. Guanti, berretto e calzettoni pesanti. Non può mancare una torcia frontale da indossare sopra il berretto.

Alpi Sarentine

La montagna di notte incute timore. Trovarmi al buio, senza riferimenti, è una situazione con cui non mi sono mai confrontata. Incredibile ma vero, la montagna mette sempre alla prova, sfida ad uscire dalla propria confort zone e a combattere le paure inutili. Ed è proprio quello che mi sta chiedendo di fare questa sera.

E se fosse davvero bellissimo trascorrere una serata di luna piena a Reinswald?

In cabinovia verso la luna piena a Reinswald

Torniamo in Val Sarentino dopo qualche mese. L’avevamo lasciata in piena primavera e la ritroviamo in un inverno non troppo rigido. Alloggiamo in un piccolo albergo a Campolasta, poco più a nord del paese di Sarentino. Da qui raggiungiamo il paese di San Nicolò, ai piedi della grande montagna bianca, in 15 minuti. Partiamo poco prima delle 19 e, giunti al parcheggio della Cabinovia Reinswald troviamo già moltissime persone e un clima di festa.

Siamo qui per questa serata speciale, rischiarata dalla luna. È già buio e la luna è leggermente velata, peccato. Indossiamo gli scarponi, noi scenderemo a piedi, mentre molte compagnie di ragazzi tenteranno invece una rocambolesca discesa in slittino al buio.

Passeggiata invernale a Reinswald

La cabinovia è in funzione per questa serata di luna piena dalle ore 19 alle 21.30. Abbiamo saputo di questa iniziativa semplicemente online, sulla pagina Facebook della Val Sarentino. E dobbiamo ammettere che tutto è organizzato molto bene: le baite e i rifugi sono aperti questa sera e ci sono già i Vigili del fuoco in postazione in caso di necessità. I

Inoltre per noi la salita in cabinovia è gratis, grazie alla Val Sarentino card che ci è stata consegnata al nostro arrivo in albergo.

Al chiar di luna alla baita Pichlberg

La cabinovia sale veloce, ci porta sempre più su, verso la luna. È di fronte a noi, così alta, tonda e luminosa. Dopo dieci minuti siamo davanti alla modernissima baita Ristorante Pichlberg, a quota 2.130 metri, dalla sua terrazza ecco una vista impagabile sulle cime delle Alpi Sarentine tutte ammantate di neve.

È un grande spettacolo che merita di essere visto e che vuole rimanere impresso in questo nostro inverno. Prima di entrare alla Pichlberg, vogliamo scattarci un selfie. Baciati dalla luna.

Notte di luna piena a Reinswald

All’interno della baita ci sono luci, colori e musica dance a tutto volume. È qui la festa? Sì! Quanti ragazzi giovani, che ballano sulle note del nostro Gigi Dag. Torniamo adolescenti anche noi, ma giusto il tempo di scaldarci, per poi affrontare il paesaggio innevato.

Baita Ristorante Pichlberg

Fuori siamo sicuramente sotto lo zero, ma non ho più paura. C’è molto chiaro, tutto è illuminato e la neve risplende. Noi siamo su di giri. Chi si prepara a slittare accende già la torcia e, nel mentre, ci fanno compagnia le urla delle tante ragazze che temono la slittata notturna.

È davvero una grande festa, condivisa, in uno scenario affascinante. Siamo finalmente pronti per partire.

Slittini protagonisti di una serata di luna piena a Reinswald

Dalla Luna alla terra. La nostra camminata notturna

Non è per niente difficile orientarsi in questa serata così chiara. Le prime impressioni? È che non siamo soli, e mentre i ragazzi giovani si divertono a slittare, noi piano piano intraprendiamo il sentiero tutto in discesa. Meglio indossare i ramponcini, per avere più attrito. Il sentiero è comunque battuto e la neve si lascia calpestare senza mai sprofondare.

E che dire della visibilità? Sempre ottima, mi devo ricredere. Potrei anche non tenere accesa la torcia, tanta è la luce. Scendiamo velocemente ed è un bell’esercizio per le ginocchia, in alcuni tratti viene perfino voglia di saltellare. Dopo tutta questa euforia, non c’è nulla da temere. Se mi fermo a guardare il paesaggio attorno, non vedo nessuna presenza “lugubre” o minacciosa. Nessun verso di animale. Solo il rumore dei nostri passi.

Baita innevata in Val Sarentino

Il sentiero invernale dell’arrivo della Cabinovia Reinswald è una continua discesa: ci sono diverse curve e, in alcuni tratti, si costeggia la pista dello slittino. In altri, invece, ci si addentra sempre più nel bosco.

La bellezza di alcune piccole baite ci sorprende quasi all’improvviso, come ombre che emergono dalla neve. Piccole e pittoresche, in questa notte di luna piena a Reinswald impreziosiscono ancora di più questa grande montagna addormentata.

Cena alla baita Sunnolm e ritorno a San Martino

Siamo arrivati alla nostra baita, è qui che abbiamo prenotato per la cena. Ci fermiamo per una cena, anche se ormai ci avevamo preso troppo gusto nella discesa notturna. E abbiamo ancora un po’ di adrenalina in circolo. Ci togliamo la giacca e i cappelli ed entriamo in questa piccola baita ristorante che si chiama Sunnolm.

La Baita Sunnolm

Che bello sedersi un attimo, vicino ad una calda stufa. Pensavamo che questa baita fosse più tranquilla e invece… anche qui troviamo tanta musica, allegria e forse qualche bicchiere di troppo tra i giovani. Tutta la montagna festeggia questa stupenda luna stasera e veniamo catturati anche noi dalla gioia generale.

Senza alcuna fretta, intraprendiamo la discesa che ci riporterà al grande parcheggio di San Martino. Sarà una discesa molto breve di circa mezz’ora, con un ultimo tratto piuttosto ripido. A metà strada dalla nostra ripartenza ecco un nuovo spettacolo: le luci del paese brillano come le stelle sopra la nostra testa. E non c’è niente di più prezioso in questa notte bellissima.

Le stelle nella notte di luna piena a Reinswald

Un’esperienza da ripetere? Assolutamente sì! Aspettiamo solo la prossima notte di luna piena.

Tutte le informazioni su Reinswald – Val Sarentino

Silvia & Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *