L’autunno sull’Altopiano del Salto

L’essenza dell’autunno è nascosta nel silenzio del mattino, quando la temperatura è più fredda, ma i colori brillano già alla luce del sole. Per noi non c’è poesia più bella dell’autunno ed è per questo motivo che vogliamo tornare in Alto Adige. Abbiamo un luogo da scoprire a passo d’uomo. È l’Altopiano del Salto, sopra San Genesio. Un luogo abitato da adorabili animali e famoso per i prati di larici, i più vasti d’Europa. L’inverno, per noi, può ancora aspettare.

Larici Altopiano del Salto

La luce sull’Altopiano del Salto

C’è una luce speciale questa mattina, un po’ letargica. È quella che troviamo non appena usciamo dal Gasthof Edelweiss, dove abbiamo trascorso la notte e nostro punto di partenza di questa escursione. È un privilegio aprire gli occhi e avere davanti agli occhi un gran numero di cime.

Sono le Dolomiti che abbiamo potuto ammirare al nostro arrivo a San Genesio – Jenesien. A soli pochi chilometri da Bolzano si ha infatti una superba vista sul Latemar, il Catinaccio e poi ancora lo Sciliar, il Sassolungo, il Sassopiatto, fino alle Odle.

Vista Dolomiti da San Genesio Jenesien

Ci gustiamo una buona colazione e ci avviamo a piedi direttamente dall’albergo. Ecco un altro grande privilegio. Aspetta, prima di incamminarci voglio salutare le caprette della piccola fattoria dell’albergo. Gli animali del Salto – Salten in tedesco – vivono liberi e felici in grandi spazi. Tutta la zona è ricca di agriturismi, dove ti consigliamo di trascorrere una piccola vacanza rilassante.

capretta agriturismo Alto Adige

A metà strada tra Bolzano e Merano

L’obiettivo di oggi è di goderci l’autunno in tutta semplicità. Vogliamo fare scorta di sensazioni positive per le settimane a venire. Camminiamo leggeri, ognuno con il proprio zainetto, all’interno di quello che sembra, a tutti gli effetti, un grande parco fatto di prati e boschi radi, a perdita d’occhio. L’altopiano ha un’altitudine tra i 1.000 e i 1.500 metri, sufficienti per renderlo un luogo incontaminato.

Dove siamo esattamente? Sul Monzoccolo – Tschögglberg, un monte tra il paese di San Genesio, da dove siamo arrivati noi e Meltina, paese collocato tra Merano e la Val Sarentino. Le Dolomiti si stagliano alle nostre spalle, ma le perdiamo di vista. Le vedremo di nuovo nel pomeriggio.

Massiccio dello Sciliar dall'Altopiano del Salto

La Via delle Leggende sull’Altipiano del Salto

Stiamo percorrendo il Sentiero E5, che dall’albergo ristorante Edelweiss ci porterà in località Langfenn. Dopo un piccolo tratto ripido nel bosco, il sentiero si allarga tra grandi pascoli recintati, bellissime baite di legno scuro disseminate qua e là e tante altre meraviglie da scoprire.

Stiamo già percorrendo la Via delle leggende dell’Altopiano del Salto, che con 14 installazioni fatte di legno, panni colorati e figure storiche, rappresentano le antiche storie di questo incredibile luogo. Le leggende sono raccontate in tre lingue diverse (tedesco, italiano e inglese) e ci accompagnano lungo questa piacevole camminata, sempre in piano e adatta anche ai passeggini.

Paesaggio Altopiano del Salto San Genesio

Segnavia per Langfenn

A caccia di alberi colorati sul Salto

Siamo così intenti a goderci questo luogo ancora così nuovo per noi, quando un ragazzo ci riconosce e ci saluta. È Stefano, creatore di Pillole Sudtirolesi e nostro collega blogger! Anche lui è qui in cerca di meraviglia autunnale. Continueremo la nostra camminata insieme, tra tante chiacchiere e tante fotografie in hotspot perfetti.

L’Altopiano del Salto ha tantissimi alberi e larici soprattutto, che in questa stagione si accendono di giallo e arancione, prima di perdere i loro aghi. Questo è un effetto sorprendente che vogliamo continuare a inseguire. A queste piante ci si affeziona molto e solo dal vivo riusciamo a captare tutto il loro straordinario potere di adattamento alle diverse stagioni.

larici autunnali Salto

colori autunno in Alto Adige

Gli animali dell’Altopiano del Salto

Il Salto è un intero altopiano fatto apposta per loro e a loro misura. Le mucche sono le prime che incontriamo. Sono pacifiche e ancora un po’ addormentate. Alcune di loro si avvicinano alle staccionate e si lasciano accarezzare, altre passeggiano tranquille più in lontananza. E mentre io continuo a chiacchierare, Andrea corre a salutarle, una a una, per poi immortalarle in un primo piano.

mucche sul Salto

I bellissimi Haflinger ci salutano e si lasciano accarezzare anche loro amabilmente. Con la loro criniera dorata e liscia, i loro occhioni così dolci e il manto color caramello, sono davvero irresistibili. Sull’Altopiano del Salto ci sono diversi maneggi e il paesaggio invita a lunghe cavalcate tra i boschi.

I cavalli avelignesi e i maneggi di San Genesio

Cavallo avelignese sul Salto

Pranzo a Langfenn

Dopo circa un’ora di camminata e innumerevoli soste per le fotografie, arriviamo a Langfenn, dove vogliamo fermarci per un gustoso pranzo. È un luogo incantevole e illuminato dal sole, i bambini giocano nel parco davanti al ristorante e i giochi sono tutti di legno. Non è nemmeno mezzogiorno, ma riusciamo a trovare l’ultimo tavolo libero, siamo fortunati. Riusciamo a intravedere anche il Massiccio dell’Ortles.

Località Langfenn Altopiano del Salto

Langfenn – Lavena è un piccolo ristorante vicino alla chiesa romanica di San Giacomo. Dove oggi sorge la chiesetta, una volta c’era probabilmente un antico luogo di culto pagano risalente all’età del bronzo. Inoltre leggiamo che fino a 150 anni fa, Langfenn era un luogo molto frequentato per il mercato del bestiame e merci.

Chiesetta di San Giacomo a Langfenn

I lama del Salto

Ci sono anche loro qui e sono altrettanto bellissimi, non credi? Troviamo i lama non lontano da Langfenn, in un grande prato su un piccolo sentiero laterale e che si ricongiunge poi al percorso principale. Ognuno diverso dall’altro, questi lama sembrano tanto felici di abitare quassù.

lama in Alto Adige

Relax puro sull’Altopiano del Salto

In questo grande prato io mi metto a correre e a saltare. Sono così piccola rispetto a questi alberi giganti e al panorama alle mie spalle. Vorrei restare qui e prendermi cura di un animale. Fantastico ancora un attimo, ma è già tempo per noi di tornare a casa.

Percorriamo lo stesso identico percorso al contrario, incontrando diverse persone salite da Bolzano per sgranchirsi un po’ le gambe dopo pranzo. Dopo tante chiacchiere, il silenzio di questo altopiano ci lascia qualcosa di bello nel cuore.

Se sei a Bolzano e hai una mezza giornata a tua disposizione, il Salto fa proprio al caso tuo. È una facile escursione di poco più di un’ora dal punto di partenza al ristoro di Langfenn. La serenità di questo luogo ti conquisterà.

Silvia & Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *