A spasso per malghe in Val di Funes

In estate le malghe di montagne sono più vive che mai! Vieni con noi a scoprirle a 360 gradi: le loro posizioni, i sentieri per raggiungerle, senza dimenticare la loro cucina autentica. Se ci pensiamo bene, sono lo specchio di una tradizione capace ancora di mantenersi e di rinnovarsi. E che dire delle malghe in Val di Funes? Sono dei veri e propri gioielli che adornano a perfezione le bellissime cime dolomitiche delle Odle.

Questa nostra guida ti porterà a spasso per malghe in Val di Funes, all’interno del bellissimo Parco Naturale Puez-Odle. Con i nostri consigli, sarà impossibile perderti il meglio di questa valle.

Vista Odle Val di Funes

Parcheggio Zannes

Ritornare in questa valle è per noi sempre una grande emozione e sarà una grande scoperta anche per te quando ci andrai per prima volta. Ti basta sapere che devi raggiungere Santa Magdalena, il paesino perfetto posto a fondovalle, proprio sotto le splendide Odle. Da lì devi proseguire in direzione del parcheggio di Zannes, a 1.680 metri di altezza. È questo infatti il punto di partenza per tutte le escursioni verso le malghe e i rifugi.

Devi sapere che il parcheggio a Zannes è a pagamento (8 Euro – estate 2021), ma se alloggi in valle, avrai diritto a una riduzione (pagherai soltanto 2 Euro). L’alternativa è quella di prendere il comodo bus che attraversa tutti i paesini della Val di Funes, in questo modo non hai il pensiero del parcheggio e viaggi green. E se ti preoccupano gli orari, don’t worry! Le partenze per e da Zannes sono molto frequenti.

Segnavia a Zannes Val di Funes

Punto d’incontro Zannes – Treffpunkt Zans

Annotati il nome di “Zannes” per il suo parcheggio, ma Zannes è anche dove sorge la sua omonima malga, forse la più antica della valle. Purtroppo è chiusa da parecchio tempo, ma noi confidiamo che possano riaprirla prima o poi e riportarla al suo vecchio splendore.

Non è finita qui: oltre alla vecchia malga, c’è una baita-bar-ristorante con vendita di carte escursionistiche. In inverno qui si noleggiano gli slittini. Qui sorge anche il Dolomites UNESCO Info Point. Questo punto di partenza e di incontro della valle è il luogo giusto dove fare colazione appena arrivati o una siesta al ritorno dalla tua splendida giornata tra le Odle.

Ponticello vista Odle

Malga Dusler – Dusleralm

È una vera chicca, spesso raggiunta come ultima tappa tra le malghe in Val di Funes. Noi però te la presentiamo subito, perché è molto facile arrivarci ed è forse ancora poco frequentata. Segui il sentiero 33 per il bosco, si tratta di 40 minuti di piacevole camminata con vista in primo piano sulle Odle.

Sarai già così vicino a loro, che non potrai non fermarti a goderti la vista. Volendo si può evitare il bosco e intraprendere la comoda strada forestale che parte sempre da Zannes. È più lunghetta, ma decisamente soft.

A spasso per malghe in Val di Funes Malga Dusler

A Malga Dusler il tempo sembra essersi fermato: al tuo arrivo troverai alcune pacifiche mucche, che in estate sono protagoniste tanto quanto le cime dolomitiche davanti a te. Una malga tradizionale, custodita e gestita con tanto amore da una grande famiglia. Lasciati stuzzicare dai favolosi piatti e dalle torte indicate sulle loro lavagnette e dicci un po’ quanto sono belle le decorazioni esterne.

Malga Dusler lavagnette

Malga Dusler esterno e vista

Rifugio delle Odle – Geisleralm

Ogni volta che dobbiamo raccontare di questo posto idilliaco, le emozioni prendono il sopravvento e subito ci riportano al giorno del nostro matrimonio, festeggiato proprio quassù. Il Rifugio delle Odle è un rifugio, una malga, il nostro luogo del cuore. Il luogo simbolo di questa valle e delle sue vette più affascinanti. Ma non è tutto! Qui c’è anche un cinema a 360°, dove sistemarsi con comodo e spegnere il cellulare. Ammira lo spettacolo delle luci riflesse sulle rocce dolomitiche, il gioco delle nuvole e una vista sorprendentemente sempre nuova.

Tante sono le escursioni che portano al Rifugio delle Odle, noi però ti vogliamo dire che la nostra preferita è proprio quella che passa prima da Malga Dusler, perché la vista sulle Odle non ti abbandonerà (quasi) mai e non vedrai l’ora di avvicinarti sempre di più ad esse.

A spasso per malghe in Val di Funes Geisleralm

Abbiamo parlato di “innovazione” all’inizio di questa nostra piccola guida, non a caso. Se “malga” fa rima con “tradizione”, non lasciarti però ingannare: qui trovi molti piatti rivisitati, abbinamenti gustosissimi e molto chic. Per non parlare degli aperitivi e merende golose, che non trovi da nessun’altra parte. La maestria degli chef del Rifugio delle Odle ti conquisterà.

Strudel di ricotta Geisleralm

Merenda al Rifugio delle Odle

Malga Casnago – Gschnagenhardt Alm

A soli cinque minuti dal Rifugio delle Odle, ecco di fronte a te un’altra bellissima malga della Val di Funes. Ti trovi ancora più vicino alle Odle e da qui puoi osservare bene questi “aghi” rocciosi, i loro pendii e il particolare colore dei loro ghiaioni. Sei arrivato a Malga Casnago e ti sfidiamo a pronunciare correttamente il suo nome in tedesco.

Ok lascia stare, è una parola davvero difficile! Goditi piuttosto la pace e la tranquillità in questo angolo di paradiso. Il silenzio sarà piacevolmente interrotto soltanto dal suono della fisarmonica del Signor Konrad.

A spasso per malghe Malga Casnago

Se hai voglia di camminare e di fare un percorso storico, non puoi allora non prendere in considerazione il famoso Sentiero Adolf Munkel. Il sentiero porta lungo le pareti a nord delle Odle, in un sali e scendi con vista mozzafiato. Leggi qui.

“Alle mie memorie d’infanzia più belle appartengono i mesi d’estate, che per molti anni ho trascorso insieme alla mia famiglia alla Malga di Casnago … Qui era il mio mondo, le mie montagne. Fino ad oggi questo pezzettino di terra è rimasto il mio posto preferito delle Dolomiti.” racconta Reinhold Messner nel suo libro La mia strada.

Baita di Malga Casnago Val di Funes

Malga Gampen – Gampen Alm

Cambiamo vista sulle Odle, andiamo a osservarle da un’altra incredibile prospettiva. A questo punto capirai anche tu che è davvero difficile scegliere il panorama più bello. Come è difficile non fare tappa alla malga Gampen, una tappa imperdibile. Goditi le Odle come in un grande dipinto, in un momento che può essere soltanto tuo. Le Dolomiti in tutta la loro potenza e suggestione.

Come si arriva qui? Parti sempre da Zannes (ormai lo hai capito, vero?), in direzione nord. Attraversa il ponte sul ruscello Caseril e prosegui sul suo lato sinistro, in leggera salita. Troverai i primi bellissimi pratoni verdi e sarai sui sentieri n. 25 e n. 33. Prendi a destra, continuando quindi sul n. 33 e vedrai che vista.

prati e Odle verso Malga Gampen

A spasso per malghe: Malga Gampen

La malga sorge in un punto bellissimo, dove il panorama si apre e ti invita a proseguire, sempre più in alto, verso il Rifugio Genova. Siediti per un buon pranzo, non rimarrai deluso. Le porzioni sono abbondanti e non mancano alcune prelibatezze e specialità. Qui poi fanno un Buchtel eccezionale! In questa malga della Val di Funes è anche possibile pernottare, ma soltanto in estate.

Buchtel Malga Gampen

Malga Caseril – Kaserill Alm

Ti consigliamo di andare a scovare questa malga di ritorno dalla Gampen, passando per il piccolo sentiero che le collega, in una dolce discesa. Si raggiunge così un’altra piccola malga, caratteristica e molto graziosa. Da lontano (ma anche da vicino) sembra quasi una bomboniera, dove non mancano un grande parco giochi per i bimbi, alcuni animali e un simpatico ometto di legno, che ci invita già all’assaggio di qualcosa di buono.

Menu Malga Caseril

Fiore all’occhiello di questa malghetta sono i numerosi formaggi prodotti dal caseificio di famiglia. È sicuramente la malga ideale per i bimbi più piccoli e sai perché? Se parti direttamente da Zannes e non hai voglia di andare alla Gampen, ti basterà camminare soltanto 45 minuti, sempre su comodo sentiero.

A spasso per malghe: malga Caseril

Zanser Schweige

Ecco un nome diverso per la baita più giovane tra le malghe in Val di Funes. Un luogo scenografico e posto a perfezione ai piedi delle Odle. Per noi è un altro hotspot fotografico meraviglioso, che abbiamo appena scoperto e non possiamo non consigliartelo.

Devi sapere che la baita è di nuova costruzione e si trova a soli cinque minuti a piedi dal parcheggio di Zannes. Sì, hai letto bene, questa è la vera sorpresa! Perché la Val di Funes è alla portata di tutti e non serve fare troppo sforzi per andare a caccia di bellezza. Noi ce la siamo lasciati come ultima tappa ed è una nuova, bellissima scoperta.

Zanser Schweige Val di Funes

Raggiungibile anche con i passeggini, questa nuovissima baita di montagna offre prelibatezze tipiche, come Speck, burro e formaggio fatti in casa. Imperdibile anche qui è sicuramente una fetta di Strudel. Un ultimo consiglio: fermati qualche istante a leggere i box didattici “rotanti” che si trovano sul breve percorso che portano alla baita, sono davvero ben fatti. E se alzi lo sguardo… loro, le Odle, sono sempre lì con te.

Riflesso Odle Val di Funes

Malghe in Val di Funes, non finisce qui!

A questo punto ti lasciamo un piccolo dubbio: non abbiamo parlato di un’altra famosa malga della Val di Funes. Sai dirci quale? A te scoprirlo. Noi la conosciamo bene, ma non vediamo l’ora di ritornarci e di poterti raccontare in un articolo a parte.

Nel mentre continua a lasciarti emozionare da questa incredibile valle! QUI trovi tutte le nostre bellissime esperienze in Val di Funes. E se non bastasse, consulta sempre anche il loro sito turistico ufficiale.

Ora sì che sei pronto per partire e goderti l’Enrosadira più romantica che ci sia.

enrosadira cime Odle in Val di Funes

Silvia & Andrea

3 thoughts on “A spasso per malghe in Val di Funes

  1. Conto di tornare in Val di Funes… quando ci sono stata la nebbia mi ha precluso la vista delle Odle. E poi tutte queste graziose malghe che preparano piatti tanto invitanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *