A spasso per malghe in Val Ridanna

Una valle che promette serenità e tranquillità. Una valle lunga quasi 18 km, che parte da Vipiteno e arriva fino alla località di Masseria. Una vera e propria chicca lontana dalla confusione e dalla ressa delle grandi località altoatesine. Una valle quindi, tutta da scoprire. Casateia, Telves, Mareta, Ridanna e Masseria sono i principali centri abitati dove poter alloggiare e godersi appieno una bellissima vacanza. Vogliamo portarti ancora una volta a spasso con noi. Perché soltanto così puoi scoprire i luoghi più caratteristici di questa valle. E allora vieni con noi a spasso per malghe in val Ridanna.

malghe in Val Ridanna

Val Ridanna: una valle preziosa

Questo piccolo angolo di Alto Adige è veramente alla portata di tutti. Le principali attrazioni sono le famosissime cascate di Stanghe, un vero e proprio spettacolo della natura. Come non nominare poi le miniere di Masseria, dove non ti attende soltanto un museo, ma un grandioso viaggio nel passato, nei tunnel di giacimenti di argento, piombo e zinco.

cascata di Stanghe

Miniere di Masseria

Proprio a Masseria è anche presente un grande parcheggio, da dove partono le principali escursioni per raggiungere numerose malghe e rifugi. Devi sapere che qui sorge il rifugio più alto di tutto l’Alto Adige. È il famosissimo Rifugio Gino Biasi al Bicchiere che, con i suoi 3.195 metri d’altezza domina l’intera valle e anche più giù. Già per questo incredibile rifugio varrebbe la pena venire in val Ridanna e ammirare queste montagne maestose.

Con questo articolo vogliamo regalarti alcune facili escursioni per poter raggiungere tante bellissime malghe in poco tempo. Malghe dove poter degustare piatti buonissimi, circondati da un paesaggio mozzafiato. Perché, diciamoci la verità, è qui che vogliamo arrivare!

Malghe in Val Ridanna: le imperdibili

Malga Aglsbodenalm

Dal grande parcheggio di Masseria segui il sentiero nove con indicazione “Burkhardklamm – Aglsbodenalm”. Si tratta di un sentiero relativamente tranquillo e immerso in un fitto bosco dove, nelle prime ore del mattino, potrebbe essere leggermente scivoloso visto la presenza di numerosi massi.

Lo scroscio dell’acqua del torrente Ferner renderà questa camminata molto piacevole. Una volta arrivati al bivio, potrai scegliere se continuare lungo il sentiero oppure tenere la destra ed entrare così nella gola Burkhardklamm con le cascate Burkhard, un vero e proprio spettacolo della natura.

Risalito il pendio, ti ritroverai in un grandissimo pianoro circondato dalle montagne. La malga Aglsbodenalm è proprio lì davanti a te, a quota 1.717 metri. L’ultimo tratto è in piano ma il tuo sguardo sarà sempre rivolto verso l’alto. Dal parcheggio di Masseria il tempo di percorrenza è di un’ora e trenta minuti. Una particolarità di questa malga? Il suo laghetto dove potrai pescare delle trote e fartele cucinare alla griglia!

malghe in Val Ridanna malga

Malga Aglsalm

Il sentiero è il medesimo che conduce alla Aglsbodenalm ma, una volta raggiunto il grande pianoro, devi tenere la destra. Un grande segnavia indica il sentiero per i grandi rifugi della Val Ridanna e su un grande masso una freccia rossa ti indicherà la strada per la Malga Aglsalm.

Da qui su una larga strada sterrata e con una serie di serpentine supererai gli ultimi 300 metri di dislivello fino ad arrivare a quota 2.000. Lassù sorge una malga rustica, che sa tanto di montagna.

malghe in val Ridanna Malga Aglsalm

Galline, oche, gatti, cani e mucche ti daranno il benvenuto quassù dove le grandi cime rocciose e possenti saranno proprio davanti ai tuoi occhi. La vista sulla Val Ridanna è bellissima e se guarderai bene quelle vette noterai il Rifugio Gino Biasi al Bicchiere, che vertigini! Tempo di percorrenza da Masseria? Due ore con tutta tranquillità. Buon cammino.

Malga Stadlalm

Vicinissimo al Museo delle Miniere troviamo, a soli 45 minuti di cammino, la Malga Stadlalm a quota 1.630 metri. Si tratta di un percorso facile e un luogo molto adatto per le famiglie. Il sentiero n. 28 è largo e si snoda lungo il sito di estrazione delle miniere, per poi addentrarsi in un fitto bosco fino ad arrivare alla valle di Lazzago.

Al bivio, prima del ponte, ricordati di tenere la destra, in pochissimo tempo sarai arrivato alla malga. Il divertimento per i più piccoli è assicurato, animali e giochi qui non mancano.

Volendo da qui si può proseguire lungo l’evidente sentiero che, in poco più di un’ora porta alla Malga Moarerbergalm. Noi questa la visiteremo sicuramente la prossima volta che ritorneremo in val Ridanna.

malghe in val Ridanna malga Stadlalm

Malga Martalm

Per raggiungere questa malga bisogna addentrarci nella Staudenbergtal, la cosiddetta “valle degli arbusti”: una piccola valletta laterale della val Ridanna. Dal paese di Masseria percorri la strada che porta all’hotel Schneeberg. Superato quest’ultimo segui fedelmente la strada asfaltata. Si sale per alcuni tornanti, fino a raggiungere il Maso Staudner, che offre un’altra vista eccezionale.

malghe in val Ridanna malga Martalm

Poco più avanti si imbocca una piccola strada sterrata che si addentra nella valle. Lungo il sentiero forestale potrai trovare le indicazioni per Martalm. Da lì a poco potrai già avvistare la malga, a quota 1.730 metri. Non potrai che notare una malga molto caratteristica, dove non manca un clima molto divertente, musica, allegria e tutta la simpatia di Sonja.

In poco più di un’ora di cammino ti troverai letteralmente fuori dal mondo. Ricordati di assaggiare i canederli al formaggio grigio, la vera specialità di questa malga!

canederli al formaggio grigio

Val Ridanna: un’ottima scelta

La val Ridanna è una meta che sicuramente consigliamo a chi è alla ricerca di semplicità e di serenità. Una valle adatta alle famiglie ma che, con i suoi rifugi in quota, può regalare anche molte soddisfazioni a chi è alla ricerca di qualcosa di più estremo. Speriamo di ritornarci prossimamente da queste parti e di scoprire e di esplorare altre zone e ancora tante altre malghe in val Ridanna.

E se vuoi continuare ad andare a spasso per malghe in tutto l’Alto Adige, allora corri qui

Andrea & Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.